Il mattone spremuto

Da oltre 7 anni l’Italia è attraversata da una profonda crisi economico finanziaria, con gravi risvolti sotto il profilo sociale, che ha colpito indifferentemente tutti i settori produttivi e dei servizi, compreso il Settore Pubblico, che ha dovuto fare i conti con un indebitamento gigantesco.

Il settore immobiliare, in questo quadro, è stato il più colpito; ha subito due volte gli effetti della crisi: da un lato la diminuzione delle compravendite e dei prezzi, leggera ma costante negli anni, dall’altro l’aumento delle imposte, che si calcola siano quadruplicate, se si considera l’intero patrimonio, colpendo così non solo le società di costruzione ed immobiliare, ma l’80% delle famiglie italiane proprietarie di prima casa.

A Cernobbio ieri, ad una platea di industriali e banchieri, il Premier Matteo Renzi ha chiesto agli italiani di avere più coraggio, di riprendere a progettare il futuro, di investire; giusto, ma lui avrà il coraggio di ridurre l’imposizione fiscale sugli immobili per riportarla a livelli europei?

Il mattone spremutoultima modifica: 2015-09-07T17:10:32+02:00da giannibernini
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento